Senza nome 1



CEM AMBIENTALI ARTIFICIALI
Artificial Environmental EMF

Sito Web interamente scritto da Gianpietro Mogno

E-mail da leggere ,condividete GRAZIE

E-mail to read ,share thank youI

FAI UNA DONAZIONE

                          

 

   !            PREMESSA

- origine e causa dei tumori ( vedi # pag. 9)

- i mitocondri e il CORONAVIRUS ( vedi # pag. 12)

 

 

 

 

Questo sito è stato elaborato da un gruppo di persone coordinate da Mogno Gian Pietro , invalido al 100 % perché ammalato di sclerosi multipla tendente alla SLA.

 Nel sito www.cemartificiali.com è trattata l' influenza del campo magnetico ambientale sul corpo umano e su tutti  gli altri esseri viventi, animali e vegetali. Questa parte spiega il motivo per cui, anche quando non esistevano i campi magnetici indotti dalla corrente elettrica e dalle onde radio artificiali, si sviluppavano già alterazioni dovute all' influenza del campo magnetico terrestre.

Questo gruppo di lavoro non ha a disposizione laboratori di sperimentazione né approfondite conoscenze scientifiche; pertanto invita chiunque li possieda a prendere in considerazione, approfondendo lo studio, l' eventualità che il Covid 19 possa agire sui mitocondri, in particolare su quelli dell' anziano.

Il Signor Mogno Gian Pietro è attualmente ricoverato presso la casa di cura Residence del Frate, via Prale 6, 10010 Bairo, in provincia di Torino ed è sottoposto a tutela legale del patrimonio, consistente in un alloggio di proprietà di 70 mq  e un esiguo deposito monetario, del quale non può disporre a suo piacimento. Pertanto, se qualcuno intendesse fare donazioni di qualunque entità, per finanziare la ricerca  su quanto detto nel precedente paragrafo del sito, si prega di effettuarlo in modo anonimo ma utilizzando il sistema di pagamento Pay Pal.

Con la speranza che il sito sia utile a  fornire conoscenze atte ad approfondire i problemi affrontati, il gruppo di lavoro ringrazia e porge cordiali saluti.

 

PARTE PRIMA

1.IL CAMPO MAGNETICO DEGLI ATOMI

 

Quando un conduttore , inserito in un circuito elettrico, viene percorso da un flusso di elettroni, si originano nello stesso due fenomeni:

1. una circolazione di corrente nella sua parte interna;

2. nella sua parte più esterna isolata dall' ambiente, il riscontro di un campo magnetico, misurabile con uno strumento, le pinze amperometriche.

Appoggiando i terminali dello strumento sul conduttore del circuito elettrico si rileva il campo magnetico originato dalla corrente circolante: il valore viene rilevato immediatamente e  riconvertito dallo strumento in quello della corrente circolante nel circuito elettrico.

 Alla stessa stregua, gli elettroni che ruotano intorno al nucleo di un atomo originano un campo magnetico. Tutti gli atomi hanno un proprio campo magnetico, tanto più elevato quanto lo è il numero degli elettroni rotanti. L' atomo è neutro elettricamente in quanto il numero degli elettroni, ognuno con una carica negativa, è uguale a quello dei protoni del nucleo, ognuno con una equivalente carica ma positiva, mentre i neutroni sono neutri.

 

 

 

2.IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE

 

 Tutti gli infiniti atomi insieme formano sia la materia del pianeta Terra sia il suo campo magnetico.

 

                                             La bussola.

                                                      .  

- L' indicatore di direzione del N magnetico ha la forma di un rombo ed è costituito dall' unione di due triangoli isosceli, uno dei quali costituito dall' elemento Fe, molto sensibile al campo magnetico terrestre; l' altro è formato da materiale diamagnetico poco o per nulla sensibile allo stesso; entrambi sono uniti tra loro alla base. Ogni bussola ha un suo perno di rotazione.  Appoggiando su questo l' indicatore di direzione del Nord magnetico quest' ultimo si orienta verso il Nord. Ciò è dovuto al campo magnetico terrestre che gli impone questa parziale e obbligata rotazione.

 

 

Tutti gli atomi che formano il corpo umano sono orientati verso il Nord magnetico; lo dimostra il funzionamento dell' indicatore di direzione della bussola, in quanto tutti gli atomi della parte ferromagnetica dell' indicatore vengono orientati verso il Nord dal campo magnetico del Pianeta, ottenendo in questo modo l' orientamento dell' ago della bussola. Per questo motivo anche tutti gli altri elementi che costituiscono il corpo umano sono orientati verso il Nord magnetico.

ELEMENTI DEL CORPO UMANO (fonte Wikipedia)

 

    .             ELEMENTO.                        PERCENTUALE DI MASSA

Ossigeno

65%

Carbonio

18%

Idrogeno

10%

Azoto

3%

Calcio

1,5%

Fosforo

1,2%

Potassio

0,2%

Zolfo

0,2%

Cloro

0,2%

Sodio

0,1%

Magnesio

                       O,05%

Ferro,cobalto,rame,zinco,iodio,

                        <0,05%ciascuno

Selenio, fluoro

                        <0,01%ciascuno

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                          

 

 

 

 

 

 

 

-  TAVOLA PERIODICA DI MENDELEEV

 

Tutti gli infiniti atomi che formano ognuno dei 114 elementi presenti nella  Tavola di Mendeleev e che fanno parte del nostro pianeta hanno un loro proprio piccolo campo magnetico e interferiscono con gli atomi adiacenti, dando origine al campo magnetico naturale della Terra e il Nord magnetico.

Un certo numero di ricercatori segnala che nella riproduzione cellulare a volte non esiste corrispondenza tra cellula madre e cellula figlia, in seguito al verificarsi di errori di trascrizione biologica. Questa tesi è smentita con un paragone inconsueto tra gli alberi e la maggior parte degli animali, a parte alcuni casi particolari, come le patelle; difficilmente questi superano il secolo di vita a parte alcuni rari casi. Gli alberi sono- stanziali, cioè sviluppano il loro tronco nel luogo  in cui germoglia il seme originario. La durata della vita degli alberi può essere secolare tanto che le sequoie in un parco nazionale degli USA raggiungono dimensioni notevoli e una longevità superiore ai 3000 anni.

L' azione nociva di questo campo magnetico continuerà fino a quando ci saranno esseri viventi animali sul Pianeta.

 

Come avviene questa azione nociva sugli esseri viventi, umani compresi?

Ricordiamo che tutti gli atomi che formano i corpi viventi sono ordinatamente orientati nello stesso modo verso il Nord magnetico. Durante gli spostamenti nelle quattro direzioni cardinali l' orientamento degli atomi viene mantenuto, mentre si modifica l' orientamento del corpo in funzione della direzione assunta dal suo spostamento. Se una persona con in mano una bussola si dirigesse verso Ovest, in quel momento l' indicatore di direzione di questa sarebbe sempre orientato verso il Nord magnetico e non verso Ovest.

In questo modo vengono a trovarsi in situazioni anomale e critiche le catene molecolari.

Alcune di queste, ipotizziamo 500 al secondo, tendono a rompersi oppure sono in condizione di poterlo e doverlo fare; in questo modo la cellula interessata al fenomeno perde la capacità biologica relativa alla funzione della catena molecolare interessata.

Dai 25  agli 85 anni si calcola che ben 946.080.000.000 di catene molecolari vengano interrotte .

Alla fine dell' età dello sviluppo, intorno ai 25 anni, il corpo umano è formato da circa 70 mila miliardi di cellule nucleate a cui si aggiungono 30 mila miliardi di cellule non nucleate. Considerando che l' invecchiamento umano è dovuto all' interruzione delle catene molecolari ( e ciò avviene addirittura già nel grembo materno) e considerando il rapporto numerico tra le cellule presenti  e quello delle catene molecolari interrotte , si può solo ipotizzare che il numero di 500 sia sottostimato.

All' interno del nucleo di ogni cellula ci sono 4 tipi differenti di catene molecolari: il DNA, i geni, gli enzimi e le proteine.

All' interno della cellula, ma non nel nucleo, ci sono i mitocondri, le centrali energetiche della cellula.

Nel midollo osseo si formano gli HLA (Human Leucocyte Associate) una famiglia di geni che codificano per molecole presenti sulla superficie dei globuli bianchi, chiamato complesso maggiore di istocompatibilita ,MHC.

 Queste molecole svolgono la funzione immunitaria nel sangue.

#Nel nucleo della cellula ci sono parecchi enzimi, ognuno dei quali è predisposto alla ricostruzione di una specifica catena molecolare così come si presentava in origine; ma l' enzima stesso è una catena molecolare e, se questa è già stata interrotta, non può più svolgere correttamente la sua funzione ricostruttiva. Nel nucleo della cellula esistono già spezzoni di catene molecolari precedentemente rotte , per cui l' enzima incontra difficoltà a ricostruire la catena molecolare originaria. Se la ricostruzione non avviene in maniera corretta, cioè se non si riscontra nella catena molecolare ricostruita lo stesso numero di atomi di quella originaria, dello stesso tipo e posti in identica sequenza , è impossibile che si ritorni nella cellula alla funzionalità primitiva di quella catena molecolare interrotta. Se l' inquinamento chimico porta nell' ambiente elementi estranei alla cellula umana ( esempio il cromo) e questi vengono assimilati dall' organismo (ad esempio attraverso gli apparati digerente e respiratorio), il regolare funzionamento della cellula potrebbe essere alterato e dare origine, in seguito ad esposizione continua e ripetuta, a forme tumorali a carico di differenti apparati e organi.

La ricerca medica segnala l' esistenza di centinaia di tumori differenti; la ricostruzione anomala di una catena molecolare interrotta avviene in un unico modo ma con alcune centinaia di varianti possibili, determinate dal numero di atomi interessati, dalla loro tipologia e dalla loro sequenza. Questa potrebbe essere una spiegazione plausibile dell' insorgenza dei tumori.

La medicina parla di metastasi riferendosi all' insorgenza di tumori in punti differenti da quello originario; non è che i tumori si "spostano" all' interno del corpo infettando via via altri organi. Si

#causa e origine dei tumori

tratta invece di altre catene molecolari casualmente rotte in punti differenti da quello originario e ricostruite in modo anomalo. Per esempio, un tumore epatico primario non "emigra" nel pancreas, ma questo può ammalarsi a causa di nuove rotture delle sue catene, che in seguito si ricostruiscono in modo anomalo.

Questo succedeva anche millenni fa, quando ancora non esistevano le conoscenze scientifiche, note da un paio di centinaia di anni,  per spiegare cause ed effetti.

Ai nostri giorni l' esistenza dei CEM artificiali, rilasciati dalla circolazione di corrente elettrica ed emessi dalle antenne, hanno peggiorato ulteriormente le condizioni, ragion per cui sono aumentate le rotture casuali di catene molecolari e di conseguenza le malattie rare, quelle genetiche e le autoimmuni, anche se esistono altre cause a farle insorgere.

Nei millenni passati la rottura di catene molecolari è sempre avvenuta, sia per l' esistenza del campo magnetico terrestre sia per il movimento delle persone, per i motivi precedentemente detti, tanto che esistevano già le malattie che esistono tuttora. Tale fenomeno si è accentuato con l' avvento dei campi magnetici artificiali, prodotti dalla corrente elettrica e dalle onde radio.

Nella seconda parte del sito, che sarà pubblicata fra tre mesi, verrà illustrato con maggior precisione come i CEM artificiali siano assorbiti dal corpo umano e come essi provochino la rottura delle catene molecolari.

 

I MITOCONDRI E IL CORONAVIRUS.#

Consideriamo che all' interno di ogni cellula ci sono organuli, i mitocondri, il cui numero può superare il 50 e il cui compito è quello di creare la proteina mitocondriale, utilizzata dalla cellula come forma di energia.

Per fare questo la cellula dispone del DNA mitocondriale, che è formato da sei catene molecolari. Se una o più catene di questo DNA fosse interrotta dall' azione nociva del CM, naturale e artificiale, essa non sarebbe più in grado di produrre la relativa proteina e la cellula diminuirebbe la sua capacità energetica. Il danno progressivo recato nel tempo ai mitocondri risulta evidente nell' invecchiamento delle persone.

Ad esempio, un giovane tra i 18 e i 25 anni decide di partecipare ad una maratona. Ha una certa forza e resistenza che gli permettono di compiere passi più lunghi e veloci in tempi più brevi, recuperando poi lo sforzo fisico in minor tempo. Dopo 30 anni, la stessa persona percorrerà lo stesso spazio con passi più brevi e lenti, recuperando con maggior difficoltà lo sforzo compiuto. Questo perché il giovane possiede molti più mitocondri nel corpo rispetto all' anziano, nel quale si sono rotte molte catene molecolari, parte delle quali interessa la contrazione muscolare.

Nel caso specifico del Covid19, questo è particolarmente letale negli anziani in quanto i mitocondri, presenti nelle cellule polmonari, ridotti per l' età (da zero a pochissime unità ), rendono difficoltosa la contrazione dei polmoni per una respirazione regolare. Ma i mitocondri sono presenti in tutte le cellule, per cui anche tutti gli altri organi del corpo umano sono colpiti da Covid 19.